fbpx

328/ B Ashokarama RD,
Adiambalama, Katunayaka
Sri Lanka.

info@igotosrilanka.com

Last posts from blog

GO UP

Marzo 2019

Mi ero proprio dimenticato di quel manoscritto e l'ho ritrovato solo dopo tanti anni. In quello raccontavo di uno dei viaggi più importanti della mia vita. Un giorno, davanti a un caffè, nella nuova RED SABOTINO ho incontrato Dinusha, che faceva il libraio nel bistrò libreria della FELTRINELLI. Qualche giorno dopo gli ho chiesto di indicarmi qualche editore specializzato. AlpineStudio, l'editore, col quale sto pubblicando, mi fu suggerito proprio da lui che è uno specialista del viaggiare. il libro

Indossare un sari è un rito. Anzi, riformulo: per me, indossare un sari è prima di tutto una crisi di panico e isteria, poi, a posteriori, con una buona dose di romanticismo e fantasia, è un rito. Le srilankesi più esperte sono perfettamente in grado di avvolgersi da sole in questa tenda, utilizzando un numero minimo di spilli.A me, invece, servono in genere almeno due aiutanti, quattro mani e altrettante scatole di spilli per evitare qualunque possibilità di restare nuda in pubblico;

Tutte le mattine trascinava quella vecchia sedia di plastica davanti al loro baracchino e si sedeva a guardare l’immensa varietà umana che gli scorreva di fronte. C’era chi lo guardava con diffidenza, chi con curiosità, chi lo squadrava con compassione, chi lo considerava parte del paesaggio, un tocco folcloristico che non poteva mancare.Qualche turista, di tanto in tanto, si fermava a fotografarlo, ma lui non chiedeva loro soldi, gli piaceva l’idea di una copia di se stesso tra i ricordi

Un giorno il brahmano, vedendo che il buddha si manteneva con le elemosine degli altri e gli ha chiesto” O monaco, io aro e semino, ed è così che mi procuro il cibo. Anche tu ari e semini con lo stesso scopo?”Il Buddha replicò:“ Anche io aro e semino, ed è cosi che mi procuro il cibo”Il Brahmano ne fu sorpreso, e disse:“Non vedo, o reverendo Gautama, che tu abbia un giogo, un vomere, un pungolo, o buoi. Allora come

Un evento storico ha caratterizzato la prima serata della Sagra di San Michele, che si è tenuta la scorsa settimana: per la prima volta il monaco Piyadassi Thera, capo della comunità buddhista Sri Lankese di Verona, ha incontrato Don Piergiorgio Soardo, parroco del quartiere veronese.Un incontro dal grande valore umano, che ha visto un abbraccio tra due religioni che convivono pacificamente a San Michele, come in tutta Verona.Il monaco buddhista - che vive tra Verona e il suo Paese d'origine, lo Sri Lanka -

  Decidere il periodo giusto. Lo Sri Lanka è una meta che possiamo visitare tutto l'anno. Spesso tanti mi chiedono se ci siano le stagioni come in occidente. Niente paura! Durante il nostro viaggio possiamo godere del dolce tepore del sole dal primo mattino fino al tramonto. Un consiglio che vi posso dare come local, è quello di evitare i mesi di Ottobre e Novembre,  poiché sono i più soggetti alla pioggia. Potete tranquillamente sfruttare tutto il resto dell'anno, per visitare questo