fbpx

Sign up to newsletter

Mon +39 3281771791

Mon – Sat 8.00 – 18.00

GO UP
New-year-sweets-sri-lanka

C’è molto da celebrare in Sri Lanka nel mese di Bak, Aprile in singalese

I viaggiatori a cui capita di trascorrere le vacanze in Sri Lanka in aprile sono molto fortunati, in questo periodo si celebra la festività nazionale del Capodanno. In Sri Lanka, i residenti festeggiano infatti il nuovo anno due volte: il 31 dicembre e in aprile. Il nuovo anno nazionale, chiamato anche ”Aluth Avurudda”, è un periodo colorato che consente agli abitanti del posto di ricordare le proprie radici. Per capire il vero significato di questa stagione festiva, leggete la nostra guida sulle tradizioni di Capodanno.

Tutto è nuovo

Durante la stagione del nuovo anno non è raro vedere i ceramisti vendere le loro merci sul marciapiede. È considerato parte della tradizione eliminare i vecchi utensili da cucina e sostituirli con quelli nuovi. Lo stesso vale per i vestiti. All’alba del nuovo anno, i celebranti sono tenuti a indossare abiti nuovi nei colori del nuovo anno scelti astrologicamente. Lo scambio di doni e parenti in visita è la norma.

Un momento per la famiglia e per i vicini

Il nucleo delle festività del nuovo anno inizia essenzialmente in casa, con la bollitura del latte. Questa pratica del latte bollente è considerata il simbolo esteriore di un nuovo inizio e di una buona volontà per la casa. Si allestiscono tanti preparativi per il grande giorno. Molte delle tradizioni sono dettate da tempi astrologici e così tutti sull’isola seguono gli stessi orari.

Milk Aluth Avurudu

Momenti e tradizioni favorevoli

Prima dell’alba del nuovo anno, dolci e cibo sono preparati per il grande giorno. C’è un intervallo nel tempo in cui il vecchio anno finisce e il nuovo si alza, questo periodo si chiama “Nona gathaya”. Durante questo periodo non è necessario intraprendere alcuna attività in quanto considerata sfortuna. Una volta che il nuovo anno si avvicina il latte è bollito e il riso del latte (Kiribath) è cotto nel momento favorevole. Il primo pasto che viene mangiato è il Kiribath e da allora in poi le pietanze vengono riempite e inviate alle case vicine come pegno dei festeggiamenti. I bambini accolgono i loro genitori e gli anziani con denaro o denaro avvolto in foglie di betel. Questo scambio si chiama Ganu Denu.

Giocare e suonare il tamburo

Se c’è una cosa riguardo le festività di fine anno che la gente del posto si gode di più è giocare e suonare un tamburo chiamato “rabanaya”. Solitamente le interpreti sono donne, vestite con abiti tradizionali, che si riuniscono fianco a fianco e battono il tamburo mentre recitano canzoni. La superficie del tamburo è piuttosto grande e i suonatori si siedono attorno alla sua enorme cornice sferica. Nei villaggi più tradizionali, comunità e famiglie si riuniscono per prendere parte a sfide come il tiro alla fune, i combattimenti con i cuscini, la gara per raschiare la noce di cocco e molto altro.